LA NATURA DEL SULCIS
LA NATURA DEL SULCIS

Mammiferi, Rettili ed Anfibi

I Mammiferi

 

In Sardegna ne vivono solamente 43 specie, di cui ben 20 appartengono all'ordine dei Chirotteri (pipistrelli) e 6 a quello dei Roditori. L'avvistamento di un mammifero in libertà è un evento assai sporadico. Ad eccezione del Cinghiale, della Volpe e del Coniglio, che sono relativamente comuni, tutti gli altri sono molto rari e localizzati, come il Gatto selvatico e il Ghiro sardo (entrambi a rischio estinzione), oppure confinati nelle oasi come il Daino e il Cervo sardo. La maggior parte inoltre, ha abitudini prevalentemente notturne o crepuscolari, per cui è veramente difficile poterli osservare. E' più probabile incontrarli lungo le strade, investiti e uccisi dalle nostre auto, come spesso accade a Volpi e Ricci. Oltre a quelle citate, le altre specie importanti sono il Muflone, la Donnola, la Martora, la Lepre, il Quercino sardo e il Cavallino della Giara.

 

 

I Rettili

 

Tra i rettili della Sardegna si annoverano molte specie rare e in pericolo di estinzione come il Colubro ferro di cavallo, il Saettone comune e la Testuggine marginata. Anche le altre testuggini, la Testuggine greca e la Testuggine di Hermann, sono in forte declino a causa del continuo prelievo operato dai soliti "collezionisti".

I serpenti sono presenti con 5 specie, tutte non velenose. Oltre ai due già citati, troviamo la Natrice del Cetti (o Biscia dal collare), in forte declino, il Biacco e la Natrice viperina (o Biscia d'acqua), molto comuni e diffusi ovunque. Altrettanto comuni sono il Geco comune, il Geco verrucoso, la Luscengola, il Gongilo, la Lucertola campestre e la Lucertola tirrenica (endemismo sardo-corso). Meritano menzione infine la Tartaruga palustre, il raro Tarantolino (il più piccolo geco europeo), la Lucertola di bedriaga e L'Algiroide tirrenico, entrambi endemici di Sardegna e Corsica.

 

 

Gli anfibi

 

In Sardegna, ad eccezione del Rospo smeraldino e della Raganella tirrenica, molto comuni e diffusi ovunque, tutti gli altri sono estremamente rari e endemici. Si tratta dell' Euprotto sardo, del Discoglosso sardo, una sorta di piccolo rospo, e di 4 specie di Geotritone. Nelle numerose grotte carsiche del sulcis-iglesiente vive il Geotritone di Genè, considerato un vero e proprio fossile vivente: la sua specie infatti, è fatta risalire a 25-30 milioni di anni fa!

Fotogallery

Gli Invertebrati

Le mie ultime catture

Zygaena orana
Stampa Stampa | Mappa del sito
Copyright© 2020 Massimiliano Podda - Tutti i diritti riservati All rights reserved